KIDZMODO Tutto su tecnologie e nativi digitali.

Articoli del mese luglio, 2010

iFiabe, le fiabe per bambini su iPhone

iFiabe è una nuova applicazione per iPhone grazie alla quale i bambini possono ascoltare le fiabe classiche e della tradizione popolare (l’applicazione mette a disposizione anche indicazioni, commenti e la ‘morale’ della favola per aiutare i genitori a spiegare le fiabe ai piccoli, se ce ne fosse bisogno).

L’applicazione da la possibilità anche di personalizzare le 365 fiabe (una al giorno) per i bambini, ad esempio sostituendo il nome degli attori della fiaba con quella del bambino o di altri personaggi e le fiabe si possono leggere/ascoltare anche al buio.

Continua »

Tags: , , , , ,

Alice for the iPad, eBook per iPhone e iPad

Alice in Wonderland (Alice nel paese delle meraviglie) è diventato un libro digitale e interattivo per iPad e iPhone: Alice for the iPadsi può acquistare a 6,99 € (oppure si può provare gratis – versione lite).

Il libro è fatto da 52 pagine e 20 scene animate, ed il video demo sotto fa vedere che, in effetti, l’applicazione e particolarmente spettacolare e coinvolgente: muovendo l’iPad gli oggetti nelle illustrazioni cadono, i soffitti ruotano, Alice cresce o diventa piccola, ecc.

Continua »

Tags: , , , , , , , ,

Toy Story: libro interattivo in italiano per iPad – il video

Disney Publishing Worldwide ha lanciato l’applicazione digitale di Toy Story per iPad ad un prezzo di offerta di sole 2,99 euro, una promozione per il mese di luglio e di agosto.

L’applicazione di Toy Story permette ai bambini una esperienza di lettura interattiva: ci sono spezzoni del film, racconti da acoltare (si puo’ registare la voce nel racconto, interagendovi), giochi, animazioni da esplorare, si puo’ giocare con gli effetti sonori, con le schermate/disegni da colorare ecc., tutto semplicemente sfogliando le pagine digitali con un dito e toccando lo schermo.

Continua »

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Amazon: e-book vs libri rilegati = 1 a 0 (vendite triplicate per Kindle)

Amazon.com, la libreria online che commercializza anche il lettore di eBook Kindle, ha reso noto che nelle ultime settimane ha venduto più libri elettronici che libri con copertina rigida: negli ultimi 90 giorni sono stati venduti 143 eBook ogni 100 libri cartonati (hardcover).

Il risultato indica una chiara tendenza del mercato dell’editoria, e cioè che la vendita di eBook e quindi di lettori di libri digitali sta crescendo rapidamente: il tasso di crescita delle vendite di Kindle è anche triplicato da quando Amazon ha deciso di abbassarne il prezzo lo scorso mese, da 259 dollari a 189, ed ora l’e-reader è l’articolo più venduto su Amazon.

Continua »

Tags: , , , , , , , , , , ,

Apple: oggi la conferenza (e soluzione?) sui problemi di iPhone 4

Oggi alle 19 ore italiane ci sarà la conferenza stampa di Apple per affrontare i problemi (di ricezione) del suo ultimo iPhone, il 4° modello.

Le voci su internet dicono che la società di Steve Jobs potrebbe anche annunciare una operazione di maxi-ritiro degli apparecchi (operazione dal costo stimato di circa 1,5 miliardi di dollari), anche se l’azienda si è rifiutata di fornire anticipazioni sui contenuti dell’incontro con i giornalisti.

Continua »

Tags: , , , , , ,

Il Sito Linea Kids – PlayStation per i bambini (prossimamente)

Sul blog ufficiale di PlayStation è stato segnalato il sito dedicato ai bambini, ai “nativi digitali” – PlayStation Linea Kids, prossimamente online.

Nel post sul blog segnalato, oltre all’intenzione di rivolgersi “anche ai bambini con una linea di prodotti interamente dedicata a loro“, si parla del sito come di un ambiente dove i bambini potranno creare, disegnare (già da ora si può disegnare e colorare sulla home page “under construction” con un pastello colorato da muovere con il mouse) condividere e divertirsi con i personaggi dei giochi PlayStation.

Fonte:  bambini.info

Tags: , , , , ,

Le foto dei bambini su iPod touch e iPhone – due applicazioni


Su App Store sono disponibili due applicazioni, una per bambini e una per bambine, che consentono di salvare, ordinare (con descrizione), personalizzare e portare con se le foto dei propri piccoli su iPod touch e iPhone.

Continua »

Tags: , , , , , , , , , ,

Leggere su libro, su iPad, su Kindle e su PC – un test comparativo

Sembra quasi inevitabile pensare che i libri digitali (o libro elettronico o e-book) saranno i ‘libri del futuro‘, visto la grande comodità degli stessi (si possono portare tanti libri in un unico, comodo aggeggio) e visti anche i vantaggi che dà la multimedialità (vuoi mettere poter prendere appunti sullo stesso libro che si sta leggendo/studiando, con ordine e corredando di link e/o video tratti da internet ed altro?).

Ma, allo stato attuale, confrontando il libro cartaceo con degli “electronic book readers” che il mercato propone, e nello specifico iPad, Kindle di Amazon e il monitor di un normale PC, dove si legge più velocemente e dove con maggiore soddisfazione?

Un test per rispondere a questa domanda è stato fatto da Jakob Nielsen – un personaggio abbastanza conosciuto nel mondo dei nuovi media, è ritenuto un guru della ‘usabilità’ – su 24 lettori, i quali hanno letto un racconto (breve) utilizzando il libro cartaceo, schermo del PC e i detti e-book.
Continua »

Tags: , , , , , , , , ,

App Store: gioca con Pac-Man a meno di un euro

Il Pac-Man per l’iPhone, l’iPod touch e l’iPad (quindi per il sistema operativo iOS sviluppato da Apple) costa ora meno di 1 euro: solo 79 centesimi (prima costava 3,99 euro).

Il gioco darà a molti la possibilità di rigiocare con il mitico videogiochi, un cult intramontabile che tra l’altro quest’anno ha compiuto 30 anni (lo ha festeggiato anche Google con il logo rifatto a mo’ di Pac-Man, è online e ci si può giocare).

Il Pac-Man si può scaricare dall’App Store, per iPhone e per iPad.

Fonte: bambini.info

Tags: , , , , , , , , , ,

Videogame: in Italia gioca solo il 17% degli adulti

Lo studio “Videogamers in Europe 2010”, realizzato dalla società di ricerca Game Vision per conto di ISFE Interactive Software Federation of Europe, è stato condotto nella primavera del 2010 su un campione di 2000 intervistati per paese tra i 16 e i 49 anni in 8 aree geografiche europee con l’obiettivo di fotografare profilo, abitudini e preferenze degli adulti europei in fatto di videogiochi. Tra i vari paesi oggetto dell’indagine è compresa anche l’Italia.

In Italia si gioca meno che in Europa. Nel nostro paese il 17% gli adulti ha giocato ai videogiochi negli ultimi 6 mesi contro una media europea del 25,4%. Mentre la vicina Francia detiene il primato del 38%, l’Italia risulta essere uno dei paesi europei dove si gioca di meno tra le generazioni adulte. Se questo è vero per gli uomini, lo è ancora di più per le donne. In Italia giocano 1 uomo su 4 (24%) e 1 donna su 10 (11%), mentre in Europa questa percentuale sale in media ad 1 uomo su 3 (31%) e a 1 donna su 5 (20%). La ripartizione dei videogiocatori per fascia di età nel nostro paese risulta invece abbastanza coerente con l’Europa: il videogioco appare infatti una forma di intrattenimento diffusa soprattutto tra i giovani (50% tra i 16 e i 29 anni) anche se va rilevata una rilevante proporzione di utenti anche nella fascia più adulta (20% tra i 30 e i 49 anni).

Italiani, popolo di “videogiocatori fedeli”. Lo studio identifica cinque diversi profili di videogiocatori sulla base del numero di ore dedicate al gioco e di videogiochi acquistati negli ultimi tre mesi: si va dal “videogiocatore appassionato” che gioca un’ora o più al giorno ed ha comprato almeno 3 videogiochi nell’ultimo periodo al “videogiocatore ad intermittenza” che non dedica un tempo regolare al videogioco in settimana, ma ha avuto qualche esperienza negli ultimi 6 mesi. L’Italia appare in linea con l’Europa quanto al numero di “videogiocatori appassionati” (7%), che appartengono soprattutto alla fascia di età tra i 25 e i 29 anni (13% di questo gruppo di età). La particolarità del nostro paese sta più che altro nel fatto di contare una delle percentuali più elevate in Europa di “videogiocatori fedeli” (19%), utenti che spendono il loro tempo a giocare, ma comprano pochi videogiochi. Questo dato può essere il riflesso di un minor budget a disposizione per l’acquisto e dell’impatto della pirateria.

Divertimento, relax o passatempo: tre buoni motivi per videogiocare. I videogiocatori italiani, in linea con la tendenza europea: giocano in prevalenza per divertirsi (59%), per rilassarsi (53%) e per passare il tempo (39%). Il divertimento viene indicato dagli intervistati come la motivazione principale per giocare su console fissa, mentre i videogiochi per console portatile vengono usati più come passatempo. I console games, inoltre, sono visti come un modo per socializzare con altri videogiocatori o giocare online più dei secondi.

Continua »

Tags: , , , , , , ,