KIDZMODO Tutto su tecnologie e nativi digitali.

Articoli della categoria Internet

Angry Birds sempre più arrabbiati: il game di un 14enne li ha superati

Dopo un 2010 in testa a tutte le classifiche di giochi per iPhone anche i famosissimi Angry Birds hanno dovuto iniziare a volare un po‘ più basso! L’artefice della loro ‘caduta‘ si chiama Robert Nay ed è il 14enne proveniente dallo stato americano dello Utah.

Il sorpasso è avvenuto giovedì scorso, quando ben 400.000 download hanno fatto balzare il suo Bubble Ball al primo posto della classifica delle applicazioni gratuite più scaricate da App Store. Niente male, ma probabilmente ancora poco se si pensa che dal giorno del suo lancio (il 29 dicembre) Bubble Ball è già stato scaricato un milione e mezzo di volte!

Via | Engadget

Tags: , , ,

Il Sito Linea Kids – PlayStation per i bambini (prossimamente)

Sul blog ufficiale di PlayStation è stato segnalato il sito dedicato ai bambini, ai “nativi digitali” – PlayStation Linea Kids, prossimamente online.

Nel post sul blog segnalato, oltre all’intenzione di rivolgersi “anche ai bambini con una linea di prodotti interamente dedicata a loro“, si parla del sito come di un ambiente dove i bambini potranno creare, disegnare (già da ora si può disegnare e colorare sulla home page “under construction” con un pastello colorato da muovere con il mouse) condividere e divertirsi con i personaggi dei giochi PlayStation.

Fonte:  bambini.info

Tags: , , , , ,

Un nuovo browser per la navigazione dei bambini: Giddy Up

È stato lanciato un nuovo browser per bambini realizzato per la scuola e l’uso domestico: si chiama Giddy Up ed è stato realizzato da app4mac.

Giddy Up si propone come un browser per la navigazione sicura per i piccoli grazie alle funzionalità che consentono a insegnanti e genitori di impostare i parametri per la navigazione, con una ampia scelta di opzioni di sicurezza e facilità di gestione.

Continua »

Tags: , , , , , ,

Tour 3D di New York grazie a Google Earth

Volete visitare New York ma non potete permettervi una vacanza oltreoceano? Potete rimanere seduti comodamente alla scrivania e esplorare New York grazie al tour 3D di Google Earth. Your World in 3D hanno fatto proprio questo: ci porta a spasso per New York grazie a Google Earth. Prima voliamo tra i grattacieli come Spider-Man, poi scendiamo a livello della strada per scoprire negozi caratteristici. Un video davvero spettacolare che conferma come Google Earth possa trasformarsi in un gioco istruttivo.

Tags: , , , ,

Progetto Nativi Digitali: i ragazzi cambiano Internet

Quale sarà l’idea più geniale per l’internet del futuro? Ce lo diranno gli studenti italiani con l’iniziativa “Nativi digitali” loro dedicata.

L’iniziativa è finalizzata alla diffusione della cultura di Internet nelle scuole e sosterrà i progetti ritenuti più validi per dargli compimento.
Continua »

Tags: , , , , , , , , , ,

Minori: è polemica per i ragazzini assoldati sul web per attività promozionali

Ne ha parlato Repubblica con un articolo che ha fatto conoscere una polemica sui minori che ha investito la Gran Bretagna, un fenomeno che dovrebbe essere l’ultima frontiera del marketing sul web: arruolare ragazzini su internet per attività promozionali.

Un sito inglese sta cercando dei Brand Ambassador (“ambasciatore di marchi”):  è una tecnica di promozione che utilizza delle persone per diffondere la conoscenza di un prodotto o per altre attività promozionali.

Continua »

Tags: , , , , , ,

Safer Internet Day 2010: la sicurezza dei minori in Rete si ottiene con l’educazione alla Rete

Secondo uno studio presentato in occasione della VII edizione del Safer Internet Day, la giornata europea per la sicurezza in Rete che ricorre oggi, bambini e ragazzi, ma anche genitori, non sono consapevoli dei rischi che vi possono essere navigando incautamente su internet.

La ricerca è stata condotta da Microsoft su 11 paesi europei, tra cui vi è anche l’Italia, e su 14mila utenti.
Da questa ricerca risulta che il 79% dei ragazzi ha una propria pagina su un social network e, di questi, il 43% condivide informazioni personali e sensibili (come indirizzi e foto) attraverso la rete. Il dato che può preoccupare è che molti ragazzi vengono contattati da estranei tramite Internet, in Italia ad esempio sono il 73%.

Ora questi dati possono allarmare solo se i ragazzi non hanno una buona conoscenza e padronanza dei mezzi di comunicazione digitali e se non vi è una legislazione effica e, quando necessaria, la supervisione dei genitori; solo allora possono esservi dei rischi.

Ecco il perché di una giornata che richiama l’attenzione sul tema dei minori e del web come luogo da rendere sicuro. Continua »

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Romani, click sicuro per i minori – Marziale, sicurezza in Rete deve essere educazione alla Rete

Il viceministro per le Comunicazioni Romani ha illustrato la messa a punto di un meccanismo – chiamato “click sicuro” – che dovrebbe servire per proteggere i minori che navigano sul web.

Il click sicuro consisterebbe in un SMS inviato ai genitori del minore che navigherebbe in siti ritenuti poco sicuri e nel blocco conseguente della navigazione.

A Romani risponde il sociologo Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori e consulente della Commissione parlamentare per l’Infanzia, commentando il meccanismo del click sicuro e sostenendo che la sicurezza e la tutela su internet per i giovani non si ottiene con misure censorie ma puntando sulla educazione supportata dalla scuola.
Insomma non si è sudditi del web, ma si può diventare cittadini del web (vedi le dichiarazioni di Marziale rilasciate a adnkronos.com).

Foto | Flickr

Tags: , , , , , , , , , , ,

TV, computer e cellulare: la dieta mediatica dei bambini è sempre più ricca

Sette ore e mezza. Ecco il tempo che i ragazzi tra gli 8 e i 18 anni dedicano ogni giorno tra computer, televisione e cellulare. Secondo un nuovo studio della Kaiser Family Foundation dedicato al consumo dei media, i giovani americani sono sempre più high-tech, ma anche multitasking: navigano in internet ascoltando la musica, o scrivono sms guardando la TV. In questo modo riescono a concentrare in quelle otto ore e mezza ben undici ore di contenuti.

All’incirca 2 ore al giorno sono dedicati ai gadget portatili (console di videogame o cellulari). Vecchi media come la TV e la musica si devono accontentare di un’ora sola, mentre la parte del leone la fa il computer e internet. Dalla ricerca emerge che 7 ragazzi su 10 hanno la TV in camera e un terzo ha nella propria stanza anche il computer con accesso a internet.

Come afferma il Dr. Michael Rich, pediatra del Children’s Hospital di Boston dichiara al NY Times che non dobbiamo più domandarci se questo consumo dei media faccia bene o male ai bambini: “Per loro è come l’aria che respirano, l’acqua che bevono e il cibo che mangiano”.

Tags: , , , , , , , ,

Terremoto Haiti: ecco come donare e aiutare le popolazioni in difficoltà

Emergenza Haiti. Haiti è stata sconvolta da un terremoto di magnitudo 7 colpendo in vario modo dai 3 ai 3,5 milioni di persone, oltre un terzo della popolazione totale del Paese. Ora Haiti versa in condizioni gravissime, tra famiglie distrutte, dispersi, senzatetto e rischio epidemie. Come possiamo aiutare la popolazione di Haiti?

Ecco gli indirizzi utili dare il proprio contributo online:

Google Crisis Response: potete donare all’UNICEF o a CARE. Google attraverso il servizio Google Hearth vi permette di vedere in diretta le terribili condizioni del Paese.
iTunes
: è possibile donare anche attraverso lo store online di Apple.
UNICEF

Direct Relief

Yele Haiti

Partners in Health
Red Cross
World Food Program
Mercy Corps
Save the Children
Lambi Fund
Doctors Without Borders
The International Rescue Committee
Care

Tags: , , , , , , ,

Successivi »